Bomboniere…casalinghe

Riordinando la mia cantina, mi è capitato di trovare delle piccole rose che ho creato per il giorno del mio matrimonio. Son passati ben 8 anni, ma ricordo bene la mia ossessione di creare qualcosa con le mie mani da far stupire gli invitati. Trovai per caso in una libreria la ricetta della pasta di mais, molto semplice come impasto e lavorazione, ma che dava l’effetto porcellana alle creazioni scelte; l’ho utilizzata per fare i segnaposti, attaccati su un cartoncino ondulato.

Per darvi l’idea di quanto sia semplice il tutto, ho deciso di scrivere la ricetta…mi raccomando fatemi sapere come è andata!

– 500 gr. di colla vinilica,
– 250 gr. di maizena (amido di mais),
– 2 cucchiai di olio di vasellina (ma vanno bene anche olio johnson, e olio di semi)
– 2 cucchiai di succo di limone o aceto bianco  – 1 cucchiaino di crema per le mani, da non utilizzare nell’impasto, serve solo a manipolare l’impasto se è troppo secco
– un pò di amido di mais nel caso in cui, dopo la cottura, vi accorgete che l’impasto è troppo appiccicoso.

Mescolare tutti gli ingredienti liquidi (colla, olio di vasellina e aceto o limone) a freddo in un tegame antiaderente, aggiungere l’amido di mais e mescolare bene; mettere sul fuoco molto basso e mescolare fino a che l’impasto non si stacca dalle pareti (4-5 min), a questo punto togliere dal fuoco e lasciare raffreddare sul piano di lavoro. Lavorare la pasta utilizzando la crema per le mani, manipolare fino al completo distaccamento dalle mani. Fare molta attenzione a non cuocere troppo, perchè se l’impasto diventa troppo duro è da buttare!
Chiudere la pasta nella pellicola e poi in un sacchetto di plastica avendo cura di far uscire il piu’ possibile l’aria.
La pasta di mais può essere colorata sia prima che dopo l’asciugatura, oppure in fase di cottura… mescolando il colore (solo colori a tempera, tipo Giotto) agli ingredienti liquidi.
La pasta di mais si asciuga all’aria, non necessita di cottura.
La pasta di mais, invece, è comodissima….. basta solo capire quanto tempo deve cuocere…. il segreto è tutto lì, se è un pò crudo risulta pò appiccicoso, ma basta metterci un pò di maizena, pazienza e impastare…
mentre se è troppo cotto, è da buttare!!
Inoltre l’impasto di pasta di mas, asciugandosi all’aria, anche se lo proteggiamo con la pellicola, si asciuga. Di conseguenza se viene cotto troppo, a lungo andare l’impasto anche se chiuso tenderà ad asciugarsi, a diventare più duro e a formare delle crepe. Se è molto duro, provate con un pò di crema per le mani. Crema mani consigliata, Nivea quella nel barattolo bianco.
Dopo l’asciugatura il pezzo finito può risultare un pò diverso… infatti prima cosa la dimensione si riduce, e i colori diventano più marcati. Quindi colorare la pasta sempre con colori molto tenui, a meno che non si voglia ottenere un colore deciso, come il nero, o il bianco….Buon lavoro e a presto!:)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: