Fichi d’india di sassi

Tra i vari soggetti dei miei quadri non potevano mancare le piante dei fichi d’india, nella mia amata Calabria ce ne sono tantissimi a colorare le fronde selvagge adiacenti alle spiagge.

Immagine15

IMAG0288Per realizzarle ho cercato sassi piatti e di media grandezza, dalla forma rotonda e un po’ allungata. Ho colorato con un verde brillante le diverse parti, giocando anche con qualche sfumatura di bianco. Per simulare i fichi d’india ho utilizzato delle vecchie perline (rosse, gialle, verdi).

IMAG0287

Con un pennellino sottile ho dipinto le spine. L’effetto è straordinario.

E’ possibile anche realizzare delle piantine grasse, cercando forme di sassi affusolate o bombate,  e fermandole all’ interno di vasetti in terracotta incollando  con abbondante colla a caldo e sabbia mescolata con colla vinilica.

mostra 2 241

mostra 2 240

 

 

Alla prossima…

Annunci

Gufi di sassi

Continua la passione per il rock painting…le mie passeggiate sulla spiaggia ormai hanno un unico scopo: trovare sassi interessanti per creare nuovi quadri.

Un amico, vedendo i miei quadri, mi ha suggerito di realizzare un gufo.

Per le piume ho cercato sassolini a forma di goccia; per gli occhi, le zampe e la luna sassi rotondi e un po’ bombati; per il becco un sasso scolpito; un ramo portato dal mare (sono indicati perché ben levigati) per appollaiare il gufo.

Ho dipinto le piume con sfumature di tre colori (marrone, ocra e bianco); ocra le zampe; di giallo la luna…il becco l’ho lasciato del colore naturale.

ggg 004

Per assemblare ho incollato con la colla a caldo il ramo e le zampe; ho centrato gli occhi e poi infine le piume, partendo dalle zampe con quelle più lunghe e finire con le più piccole vicino al becco.

Immagine4

Ne ho fatti diversi, tutti hanno avuto successo…e la cosa più bella è che non ne esiste uno uguale.

Al prossimo attacco di rock painting….

Dipingere…con i sassi

Estate 2013, tante passeggiate sulla spiaggia e un’idea: dipingere con i sassi.

Una forma di creatività scoperta da poco  che mi ha totalmente rapita, e in occasione di un evento organizzato in paese mi sono messa subito all’opera.

Con pochissimo materiale di recupero è possibile realizzare dei piccoli capolavori, molto apprezzati. Come base è necessario predisporre tavole di compensato o legno, in tutte le misure, provviste di aggancio (gancetto o spago); per dipingere colori acrilici; per incollare colla a caldo; per proteggere vernice spray acrilica (molto economica e asciuga in fretta)…e tanti, tantissimi sassi di tutte le misure. Con tutto il materiale a disposizione, non resta che lasciare sfogo alla fantasia.

Per gli sfondi si può decidere di mettere della carta da parati (recuperabili da vecchi cataloghi di tappezzeria), o di dipingere con vernice spray.

TramontoDietro lo steccato

Prossimi Articoli più recenti