Bracciali riciclati

Da oggi la categoria del riciclo si occuperà di bijoux e accessori per l’estate; la bella stagione sta per arrivare ed è il momento giusto per sfoggiare nuove mode.

Che ne dite di questi bracciali?

Sono stati realizzati avvolgendo del semplice spago intorno ai cerchi di cartone del nastro adesivo. Prima di avvolgere lo spago si spennella di colla vinilica tutto il cerchio per renderlo impermeabile, una volta asciutto si avvolge lo spago, si annoda alla fine e si ferma con un pò di colla…si possono aggiungere perline infilandole tutte insieme all’inizio in modo da tralasciarle man mano che si avvolge il filo. Oppure aggiungere a lavoro finito intrecci e quant’altro. Si possono utilizzare tutti i tipi si spago, da quelli sintetici dall’effetto metallizzato, a quelli naturali o bianchi (questi ultimi si possono colorare immergendoli per 24 ore in una soluzione di alcool e cartucce di pennarelli).

 

 

 

 

 

 

 

 

Un altro tipo di bracciale si può realizzare con la parte strozzata delle bottiglie di plastica, ricordandosi di passare il bordo su una candela per evitare tagli. Si possono decorare praticando dei fori con l’ago bruciato, in tal modo si possono infilare con il filo di nylon qualsiasi tipo di perline.

Carini vero, mettiamoci all’opera…per un’estate da furore! Buon lavoro!

Annunci

Lavoretto per la mamma…last minute

Ben ritrovati con il consueto appuntamento del lavoretto “last minute”!

Considerando che è veramente una creazione dell’ultimo minuto, non perdiamo tempo e passiamo all’azione.

 

 

Occorre un cartone per le uova, un bastoncino da spiedino, una pallina di pongo o pasta di sale, cartoncino verde, tempera rossa, colla a caldo, una cannuccia verde.

Tagliare con un taglierino in orizzontale e verticale il cartone delle uova, in modo da ottenere la corolla del fiore e dipingerla con la tempera rossa.

Colorare con il pennarello verde il bastoncino e passare una pennellata di colla vinilica (servirà per fissare il colore); tagliare a listarelle un pezzo di cannuccia in senso verticale.

Forare la corolla con il bastoncino, infilare la cannuccia e fermare il tutto con un pò di colla a caldo.

Collocare la pallina di pongo sulla punta del bastoncino. Ritagliare le foglie dal cartoncino verde e incollatele al bastoncino. Rifinire il tutto con glitter o sfumature di colore per dare luce alla nostra creazione.

Buon lavoro!

Rose…riciclose

Quante volte ci siamo ritrovati per casa fogli di plastica da imballaggio?

Si tratta di un materiale leggero, di colore bianco, quasi trasparente e soprattutto molto duttile….un vero peccato buttarlo…

Ecco un’idea semplice ma di vero effetto. Quello che occorre è plastica da imballaggio, colori acrilici, una candela e una pinzatrice.

Per la grandezza della rosa non c’è una misura standard, tutto dipende dalla misura della striscia…si possono fare dalle rose piccole a quelle giganti, lascio a voi la scelta.

Tagliate una striscia dalla plastica e, dopo averla piegata più volte, ritagliatela a forma di petali. Passate i petali sulla candela accesa (facendo attenzione a non avvicinarsi troppo) per modellare i bordi. Con il colore acrilico allungato con un pò d’acqua passare su ogni petalo, lasciare asciugare qualche minuto. Modellare la rosa arrotolando la striscia su se stessa e pinzare alla base.

Più semplice di così…nessuno crederà mai che sono nate da un foglio di plastica!

Buon lavoro e al prossimo attacco di creatività!

Riciclo Pasqua

Ben ritrovati con tante carte e contenitori delle uova di Pasqua, avete conservato tutto come promesso? Bene, allora ecco qui le innumerevoli sorprese che possono ancora venir fuori dal riciclo “pasquale”!

 

 

 

 

 

La carta delle uova di cioccolato si presta a qualsiasi idea, visto che rimane in tensione dopo averle dato forma…quindi molto indicata per creare farfalle (con l’aiuto delle bottiglie), aquiloni (con il sostegno di bastoncini o cannucce extralunghe) e mongolfiere!

 

 

 

 

 

 

E cosa dire degli splendidi contenitori delle sorprese?

Si può dare vita a tanti simpatici personaggi che rallegrano le camerette dei nostri bimbi o le aule delle nostre scuole….materiale davvero utile per laboratori creativi!

Per mio conto ho già deciso che la mia sezione sarà piena di colori e luci grazie a queste idee…i miei alunni ne sono entusiasti e non vedono l’ora di mettersi all’opera! I campioni sono pronti, non resta che dare il via ai lavori….

Alla prossima!!!

Lavoretto per la mamma 2

In questi giorni, insieme alla mia carissima collega, ho cercato di realizzare un ulteriore lavoretto per la festa della mamma…l’idea è partita da una cornice, ma con qualche ritocco è bastato poco per trasformare un pezzo di cartoncino in una bellissima e utilissima lavagnetta per annotare i messaggi.

Come materiale ci occorre un rettangolo di cartoncino ondulato, un rettangolo di cartoncino bristol, un cartone spesso, decorazioni varie (bottoni, conchiglie, nastrini, pietre colorate), un vasetto dello yogurt (tipo Fruttolo), un tappo di sughero, un feltrino (tipo quello che si utilizza per le sedie), una bustina per raccoglitore formato A5 (ma va bene anche A4, dipende dalla grandezza del cartoncino ondulato), cordoncino, pennarello per lavagna magnetica.

Prima di tutto ritagliate la parte centrale del cartoncino; inserite il cartoncino bristol nella bustina per raccoglitore e attaccatela sul retro, chiudete tutto con il rettangolo di cartone più spesso.

Decorate a vostro piacere con materiale di recupero, lasciando libero il lato in basso a destra sul quale attaccherete il vasetto dello yogurt (ricordate di tagliare un pò il lato sporgente in modo che aderisca bene). Attaccate il feltrino alla base del tappo di sughero che fungerà da cancellino; forate il lato in alto, annodate il cordoncino del pennarello e del cancellino.

A parte l’assemblaggio, tutta la decorazione è a misura di bambino…lasciamo via libera alla loro fantasia, in fondo è la loro mamma e nessuno meglio di loro conosce i suoi gusti!!!!!

Alla prossima!

Giardini sospesi

Se c’è una cosa che io ritengo originale e bella da vedere, sono i giardini sospesi. Piante arrampicanti o no, danno un tocco in più agli arredi, ad angoli della casa o dei giardini che altrimenti resterebbero anonimi.

In questo articolo vi propongo un’idea a costo zero, ma di grande effetto.

Quello che occorre è: noci di cocco, corde colorate, seghetto, trapano, terra, piante grasse o di altro genere secondo i gusti personali.

Forate la noce di cocco al centro, tenendo conto che dopo taglieremo il guscio in due parti. Fate uscire il latte, e con un seghetto a traforo  o elettrico dividete in due la noce di cocco partendo dal punto in cui avete forato precedentemente.

Rimuovete la polpa bianca, lavate e lasciate asciugare completamente le parti del guscio.

Praticate tre fori equidistanti nella parte alta del guscio, utilizzando un punteruolo o un trapano elettrico con punta sottile (è un passaggio molto delicato, forate con attenzione per evitare che il guscio si spacchi).

 

Fate passare le corde colorate nei tre fori; riempite il guscio di terra e piantate le vostre piantine.

Belli vero? Alla prossima!

Scatola liquirizia

Avete mai pensato alla stringa di liquirizia per decorare una scatola? Idea originale che stupirà chiunque; provate a realizzare il progetto su una scatola per biscotti o caramelle, l’effetto sorpresa lascerà senza parole!


Quello che occorre è una scatola, colori acrilici (se non si hanno si può mescolare della tempera con colla vinilica, l’effetto è lo stesso), pennello, stringhe di liquirizia, colla Attak, pennarello da acetato.
Stendere il colore scelto sulla scatola, se è necessario dopo un’ora stendere una seconda mano.
Disegnare con il pennarello acetato dei ghirigori o disegni astratti a proprio piacimento; se non siete bravi in disegno potete ricalcare con carta carbone.

Svolgete i rotoli di liquirizia, e con la colla Attak attaccate i nastri in corrispondenza del disegno.

Visto? In poco tempo abbiamo creato un elemento originale per il tè con gli amici…o magari da regalare con tanti dolcetti!

Al prossimo attacco di creatività!

Posate riciclate

Di solito rovistando tra i cassetti è facile trovare vecchie posate spaiate dei vecchi servizi. In questo articolo vi suggerirò un piccolo trucco per creare un servizio originale utilizzando materiali naturali e riciclando quelli vecchi.


Ecco la lista di tutto l’occorrente: vecchie posate, semi vari (semi di farro, peperoncini secchi, semi di papavero, semi di sesamo), nastro di carta adesivo, pistola per colla a caldo, Flatting, pennello.

Avvolgere la parte dell’impugnatura di tutte le posate con il nastro adesivo.
Preparate un mucchietto di semi su un foglio; stendete la colla con la pistola sul manico della posata.
Con un movimento rapido appoggiare il manico sui semi, rigirandolo più volte in modo che il manico si ricopra interamente di semi. Se restano buchi mettere i semi con le dita, facendo attenzione al collante che potrebbe scottare.

Per decorare con il peperoncino. È necessario spezzettare i peperoncini, eliminare i semi e spezzettare in piccole sfoglie (attenzione a non toccare gli occhi o la bocca, ricordate che sono piccanti). Stendere la colla sulla parte da decorare e applicare con le mani le sfoglie di peperoncino, una per volta, vicine una all’altra fino a ricoprire tutto il manico.
Dopo aver ricoperto tutti i manici, passare una mano di Flatting (vernice per imbarcazioni), proteggerà le parti decorate. A distanza di tre ore, ripetere l’operazione.
Un suggerimento, quando vengono utilizzate vanno lavate con acqua e sapone…niente lavastoviglie o acqua bollente, perderebbero la lucentezza.

Cassettiera “golosa”

Ecco come rendere originale una semplice cassettiera, personalizzandola con tipi diversi di pasta.

 

 

Materiali: pasta di vari colori e formati, colla a caldo, colla vinilica.

 

Non c’è molto da spiegare, perchè il progetto è solo uno spunto, ognuno può giocare con le combinazioni di colori e formati di pasta scelta, incollare tutto con la colla a caldo sulla cassettiera e, a lavoro ultimato passare il tutto con una spennellata di colla vinilica per rendere la pasta lucida e ripararla dalla polvere.

 

Alla prossima!

Penne scozzesi

Ho pensato di “ripescare” qualche idea dall’altro mio blog….si tratta un’idea semplice e veloce per personalizzare una banale penna bic rendendola un piccolo regalo originale.

Quello che occorre sono nastri a fantasia scozzese e cordoncini, colla, e nastro biadesivo.

Ricoprire la penna biro con il nastro biadesivo e rivestire la superficie della penna con il nastro. Completare la decorazione con cordoncini e nappine.

Con la stessa tecnica è possibile decorare un intero set da scrivania. Buon lavoro!

Voci precedenti più vecchie